In tendenza

Vivere Noto presenta i suoi 10 macro punti in visa delle amministrative 2021

Priorità al territorio, al turismo, ai prodotti locali ed alla valorizzazione delle politiche sociali e giovanili

Nata dalle barricate all’ospedale Trigona e dalle convergenze di idee ed azioni sviluppate dall’esigenza di immaginare la Noto del futuro che sia a misura d’uomo e proiettata ad affrontare sfide importanti, si affaccia nell’agone politico cittadino la lista civica Vivere Noto.

La lista, con il Coordinatore Franco Tanasi, il gruppo direttivo ed i candidati, ha elaborato un ricco programma elettorale, frutto di un proficuo lavoro di confronto sulle basi delle varie esperienze politiche e professionali, propone 10 macroaree di intervento.

Partendo dalla consapevolezza di risiedere in uno dei territori che in assoluto può offrire grandi opportunità di crescita e benessere,  l’identità, l’innovazione, l’ambiente e la comunità sono valori da affermare attraverso l’ideazione e l’attuazione di progetti in grado di cambiare in meglio Noto. Sono 10 i macropunti del programma elettorale. Eccoli: territorio, con priorità a P.R.G., Viabilità, Parco Archeologico di Noto Antica, Parco fluviale dell’Assinaro, Green Way; ambiente e transazione ecologica con la valorizzazione dei rifiuti solidi urbani mediante la pirogassificazione, sanità, agricoltura, servizi, con la riorganizzazione dell’Ato, del personale comunale e l’aumento delle risorse umane, politiche sociali, politiche giovanili, turismo, sport e contrade, con maggiori e incisivi servizi di prossimità e un nuovo piano delle opere di urbanizzazione.

“Partendo dal presupposto che alcune aree sono in diretta e/o indiretta connessione – si legge nel comunicato stampa –  i progetti per esse sono strutturati e proposti perché realizzabili al 100%. Nessun volo pindarico né promesse pre elettorali che svaniscono come la neve sotto il sole. Tutto è ponderato, studiato e immaginato come un abito da cucire, partendo dalle scelte dei migliori tessuti e di come si debbano indossare. Ed è per questo che di alcune aree vi presentiamo in dettaglio il Programma. Un esempio? La riorganizzazione della gestione dei rifiuti solidi urbani è tra le emergenze della città, non più rinviabile. Vivere Noto propone la valorizzazione dei rifiuti mediante la pirogassificazione: processo di scomposizione termica ad altissima temperatura senza combustione, e quindi ad emissione 0. La sua realizzazione è sostenibile con importanti vantaggi e ricadute economiche, sociali e ambientali: fine del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti; eliminazione della tari; implementazione della differenziata e riconoscimento di un credito d’imposta municipale; ampliamento del conferimento dei rifiuti per i comuni dell’hinterland per una provincia a rifiuti 0; produzione di energia elettrica e termica da immettere nel mercato libero; completamento dell’economia circolare sulla gestione dei rifiuti; nuova occupazione nella gestione degli impianti”.

“Ricchezza del nostro territorio – prosegue – è l’Agricoltura, dove per prima cosa proporremo alle aziende di associarsi in OP (Organizzazioni di Produttori, esempio quella della Mandorla di Noto) e Consorzi Agricoli con a capofila l’Ente comunale per lo sviluppo dell’agricoltura (ESA). Inoltre si realizzerà mediante la riconversione di spazi disponibili ( tra tutti l’ex Foro Boario di Testa dell’Acqua) centri di lavorazione delle materie prime ( es. caseificio e macello consortile). Realizzazione nella Loggia del mercato di una expo permanente di prodotti tipici locali, gestita dall’Ente comunale per lo sviluppo dell’agricoltura (ESA), così da poter garantire in un’ottica di turismo sensoriale ed enogastronomico, la conoscenza e i profumi offerti dal nostro vasto territorio. Prossimamente verrà divulgato un Video con la presentazione dell’intero programma elettorale della lista Vivere Noto, in attesa di poter organizzare conferenze in presenza anche per conoscere i candidati alle Amministrative 2021″.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo