Trivellazioni nel Val di Noto, sabato la conferenza stampa sui motivi del ricorso presentato dal Forum Siciliano Acqua e Beni comuni

Ricorso presentato da un team sperimentato di avvocati assistiti dal costituzionalista Enzo Di Salvatore

Sabato 9 novembre alle 10,30 nella Sala Rostagno a Palazzo delle Aquile, Palermo, di presentazione dei motivi del ricorso, già notificato il 29/10 scorso contro la Regione Siciliana e contro la Maurel et Prom Italia srl, già Panther Eureka srl, per l’annullamento del decreto 304/Gab del 5 luglio 2019 che ha definito l’iter procedimentale per la Vinca, Valutazione d’Incidenza Ambientale, per il rilascio di nuovi permessi di ricerca idrocarburi nelle province di Catania, Ragusa e Siracusa, nell’area del Fiume Tellaro.

Il Forum Siciliano Acqua e Beni comuni per la prima volta insieme alle maggiori associazioni ambientaliste presenti sul territorio Legambiente Sicilia, Zero Waste Sicilia, Italia Nostra e WWF, hanno dato mandato ad uno sperimentato team di avvocati, assistiti anche dal costituzionalista, Enzo Di Salvatore, estensore dei referendum sulle trivelle e componente del Coordinamento Nazionale No Triv, per il respingimento dell’istanza di prosecuzione della ricerca idrocarburi in Val di Noto.

Saranno presenti gli avvocati Nicola Giudice e Felice Bonfanti per illustrare le ragioni di illegittimità al Tar, interverranno la portavoce del Forum Abc, Antonella Leto, i presidenti Gianfranco Zanna per Legambiente Sicilia, Beniamino Ginatempo per Zero Waste Sicilia, Leandro Janni per Italia Nostra e Francesco Andaloro per il WWF e Salvatore Mauro, attivista del Coordinamento Nazionale No Triv sull’interesse ad agire con un lavoro in rete come nuovo paradigma per la tutela della salute, dell’ambiente e di un Green New Deal in Sicilia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo