Tre decessi Covid in due giorni al Trigona di Noto, il ds Di Lorenzo: “Tasso di mortalità uguale agli altri ospedali”

Dopo un audio circolato nelle ultime ore che descriverebbe una situazione "catastrofica" al reparto Covid di Noto

“Il reparto Covid19 del Trigona ha lo stesso tasso di mortalità degli altri reparti ospedalieri nazionali si continuano a registrare, purtroppo, morti di pazienti con quadri clinici già compromessi. Non c’è nessun aumento di morti: nei giorni scorsi ne sono stati registrati tre (due il giorno prima, uno il giorno successivo, ndr). Non conta quando le agenzie mortuarie vengono a ritirare le salme”.

E’ scocciato nella replica il dott. Rosario Di Lorenzo, direttore sanitario dell’ospedale unico Avola-Noto, all’audio circolato in queste ore in cui la voce di un addetto alle pompe funebri descrive una situazione catastrofica al reparto Covid-19 del Trigona.

Di Lorenzo ha infatti spiegato che a Noto si “trovano ricoverati pazienti con patologie pregresse con un’età media alta e verso cui i sanitari in servizio dispensano il massimo dell’attenzione e le cure previste dal protocollo”. E che i decessi si registrano “con lo stesso tasso di mortalità degli altri reparti Covid-19”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo