In tendenza

Superbike, Sallustro protagonista nel Campionato Italiano Velocità in Salita

Con la sua Yamaha R1 il pilota di origini netine ha vinto la classe regina e si è portato a casa anche il giro più veloce di categoria (1'17.67 in gara 2) nonché il secondo tempo più veloce in assoluto

Domenica 12 Giugno è ritornato il Campionato italiano Velocità in Salità (CIVS). Il terzo round della competizione nazionale si è svolto in Umbria, in occasione della 2° Cronoscalata “Deruta-Castelleone” in provincia di Perugia.

L’evento è stato organizzato dal Moto Club Deruta 2012 “città della Maiolica”. Come accaduto nella tappa precedente, anche qui era presente il nostro Salvo Sallustro, ancora una volta protagonista indiscusso della Superbike.

Il tracciato, che unisce i due comuni da cui prende il nome, si sviluppa per poco più di 2 km, lungo la SP419. Per il moto club perugino si tratta della prima apparizione nel CIVS dopo aver ospitato, l’anno scorso, la Coppa Italia. Quindi, per molti dei piloti, compreso Sallustro, presenti si è trattato di una prima volta assoluta.

Ma non è bastato neanche questo a fermare la Yamaha R1 del netino che, oltre alla vittoria nella classe regina, si porta a casa anche il giro più veloce di categoria (1’17.67 in gara 2) nonché il secondo tempo più veloce in assoluto. A rendere ancora più eccitante il successo di Sallustro c’è stato il serrato testa a testa con Francesco Maria Piva.

Queste le parole di Sallustro: “Questo fine settimana umbro sarà difficile da dimenticare. Perché, insieme alla gara, si sono accavallati anche impegni lavorativi che ci hanno costretto a percorrere circa 2700 chilometri in appena due giorni. A fine gara eravamo distrutti ma molto soddisfatti. Per noi era importante dare continuità dopo la vittoria dello Spino, per dimostrare che quel successo non è arrivato per caso. Il gran tempo che abbiamo fatto registrare è una conferma che quest’anno siamo un team che va tenuto d’occhio per la vittoria del titolo. La strada ovviamente sarà lunga e piena di insidie ma siamo partiti con il piede giusto.”

Il week-end però non era partito con il piede giusto. “Il tracciato – prosegue – era caratterizzato da un tratto veloce ed uno più lento ma scivoloso. Le prove sono state un po’ deludenti, ma in vista della gara abbiamo martellato tanto e, specialmente nella seconda mache, ci siamo giocati il tutto per tutto”.

Adesso una meritata pausa prima del ritorno in pista. “Torneremo in pista il 26 Giugno all’Isola del Liri, a Frosinone. Approfitteremo di questa settimana di pausa per ricaricare le batterie e per prepare al meglio questa nuova sfida. Al momento siamo in testa al campionato e vogliamo continuare su questa scia”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo