In tendenza

Sull’Imu agricola il Governo accoglie le proposte di Ncd. Vinciullo da Noto: “Ulteriori interventi per le zone colpite dal gelo”

Nel corso di un convegno che si è svolto questa mattina a Noto sul tema dell’Imu agricola, organizzato dalla Consulta Fiscalità Rurale guidata dall’avv. Franzo Boscarino, sono stai illustrati i provvedimenti che il Governo, ieri, attraverso un Decreto Legge, ha emanato per venire incontro alle richieste degli agricoltori, fortemente sostenuti dal Nuovo Centrodestra e dall’ex Ministro dell’Agricoltura, ora capogruppo del Nuovo Centrodestra alla Camera, On. Nunzia De Girolamo.

In particolare, il Decreto Legge, contenente misure urgenti in materia di esenzione IMU, che va a ridefinire i parametri precedentemente fissati, ampliandone la platea e che ora passerà al vaglio e all’approvazione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, dovrà recepire ulteriori istanze del Nuovo Centrodestra quali, ad esempio, l’esenzione totale dell’IMU per quei terreni che sono stati interessati dall’abbondante gelata del 31 dicembre 2014 che, da Francofonte passando per Siracusa e fino a Portopalo, ha distrutto interamente i raccolti sia in campo aperto, quanto, soprattutto, nelle serre delle zone di Pachino e Portopalo.

In particolare, il provvedimento prevede che “a decorrere dall’anno in corso, 2015, l’esenzione dall’imposta municipale propria (IMU) si applica ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, ubicati nei Comuni classificati come totalmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat; ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, di cui all’articolo 1 del decreto legislativo del 29 marzo 2004 n. 99, iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei Comuni classificati come parzialmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat.

Tali criteri si applicano anche all’anno di imposta 2014. Per l’anno 2014 non è comunque dovuta l’Imu per quei terreni che erano esenti in virtù del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con i Ministri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e dell’Interno, del 28 novembre 2014 e che invece risultano imponibili per effetto dell’applicazione dei criteri sopra elencati. I contribuenti, che non rientrano nei parametri per l’esenzione, verseranno l’imposta entro il 10 febbraio 2015”.

Sull’Imu agricola il Governo accoglie le proposte del Nuovo Centrodestra – afferma il deputato regionale Vincenzo Vinciullo – Occorrono, però, ulteriori interventi per le zone colpite dalla gelata e nevicata del 31 dicembre”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo