Peppino Rizza, capitano della Rinascita Netina, ricoverato dopo un malore a Catania

Ancora frazionarie le notizie sulla vicenda, l'ex Livorno e Juve Stabia avrebbe accusato il malore questa mattina

Un malore improvviso e la corsa in ospedale dove adesso è tenuto sotto osservazione dai medici: Peppino Rizza, classe 1987, capitano della Rinascita Netina squadra che stava guidando, prima della interruzione per Covid19, verso una rincorsa salvezza che sembrava più che alla portata, questa mattina è stato ricoverato d’urgenza al Cannizzaro di Catania.

La notizia si è diffusa sui social, dove il mondo del calcio dilettantistico e professionistico si è unito per lanciare messaggi di speranza e forza all’ex calciatore di Livorno e Juve Stabia. Un affetto incredibile, per una volta i colori delle magliette sono dimenticate e non esisterebbe spogliatoio o curva per ospitare prima i tanti compagni ed ex compagni di gioco che aspettano buone notizie e poi i tanti tifosi per cui Peppino è stato idolo nelle stagioni scorse indossando appunto le maglie delle loro squadre del cuore.

Attestati di stima anche da giornalisti, allenatori, preparatori di portieri e preparatori atletici, direttori sportivi. Segno che la Freccia del Sud, così come si era fatto conoscere a Castellamare di Stabia, è ben voluta da tante persone. Tante persone che aspettano un suo cenno: stavolta non per chiamare una diagonale o far alzare la difesa, ma per far passare la paura.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo