Noto, violenza sessuale su collaboratrice domestica: condannato ex consigliere comunale

Accolte le conclusioni del Pm e della parte civile difesa dagli avvocati Salvo e Stefano Andolina. Condanna a 5 anni e 6 mesi di reclusione, previsto anche un risarcimento previsionale di 5.000 euro

Il Tribunale di Siracusa con la sentenza numero 1974 ha accolto le conclusioni del Pm e della parte civile difesa dagli avvocati Salvatore e Stefano Andolina, condannando l’ex consigliere comunale di 68 anni e difeso dall’avvocato Paolo Signorello, il quale era stato accusato di violenza sessuale commessa ai danni di una collaboratrice domestica. L’ex consigliere comunale è stato condannato alla pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione, oltre al risarcimento danni con provvisionale di 5 mila euro in favore della parte civile. Il 24 dicembre scadrà il termine per il deposito della motivazione.

I fatti si riferiscono al febbraio 2013, con la vittima che sporse querela il 24 aprile dello stesso anno, raccontando, appunto di aver subito abusi mentre svolgeva le pulizie in un’abitazione dell’ex consigliere. Vittima che stava sostituendo un’amica malata e infortunata. A lei, per la prima volta, ha confessato piangendo, di aver vissuto quegli attimi terribili.

Durante il dibattimento sono stati ascoltati anche due uomini, i quali condividevano la casa con la vittima e che hanno confermato in sostanza il rapporto di lavoro tra la donna e il 68enne, oltre alle due amiche e all’ex compagna dell’accusato, ascoltato anch’egli dai giudici.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo