In tendenza

Noto, verso il primo Consiglio Comunale. Conosciamoli meglio… seconda puntata

Altra puntata dedicata ai 16 nuovi consiglieri comunali che venerdì giureranno in aula Passarello. Tra volti nuovi, conferme e ritorni

Seconda puntata di avvicinamento al Consiglio Comunale di venerdì. Scopriamo altri 4 profili…

Vincenzo Leone, classe 1982. Anche lui volto nuovo, eletto tra le fila di Noto Nostra, la lista fondata nel 1994 dall’ex sindaco Raffaele Leone (di cui è figlio) con 343 preferenze. Ci aveva provato nel 2016, sempre con Noto Nostra a sostegno della candidatura Veneziano, arrivando secondo con 217 preferenze ma non bastarono per entrare a Palazzo Ducezio. Farà parte della maggioranza.

Renato Di Rosa, classe 1989. Altro volto nuovo in consiglio comunale, eletto anch’egli tra le fila di Noto Nostra alla prima candidatura: per lui 276 preferenze che sono valse il terzo posto in lista e un seggio a Palazzo Ducezio. Anche lui in maggioranza.

Adriano Formica, classe 1958. Altro volto nuovo in consiglio comunale, che porta per la prima volta a Palazzo Ducezio la lista civica Netini in Movimento. Per lui 396 preferenze, che sono valse il primo posto in lista. Ci aveva provato anche nel 2016, sempre con lo stesso movimento che sosteneva la candidatura a sindaco di Massimo Prado: ottenne 185 preferenze, risultando il primo della lista che però non raggiunse il quorum. Maggioranza anche per lui.

Giovanni Campisi, classe 1982. Alla terza consiliatura consecutiva dal 2011, è stato il secondo degli eletti nella lista civica Netini in Movimento con 323. Nel 2011 si candidò con NotoLibera, a sostegno della candidatura di Corrado Bonfanti, ottenendo 115 preferenze e il secondo posto in lista che valse l’ingresso in aula. Nel 2016 si ricandidò con Impegno per Noto, sempre a sostegno della candidatura di Corrado Bonfanti, ottenendo 323 preferenze, risultando il terzo degli eletti. Ha fatto parte della Giunta Bonfanti dal 18 marzo 2019 al dicembre dello stesso anno, occupandosi di Lavori Pubblici, Igiene urbana, Programmazione, Modernizzazione ed efficientamento dei servizi comunali, arredo urbano, Servizi cimiteriali, Patrimonio comunale, Giardini e aree a verde. Nel 2020 è passato all’opposizione. Farà parte anche lui della maggioranza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo