Noto, un’ambulanza per il soccorso e l’assistenza dei cani randagi

Messa a disposizione dall'associazione Giustizia per Roby attraverso la Cooperativa Oro, con cui il Comune di Noto gestisce il servizio antirandagismo

A Noto è attiva un’ambulanza per il trasporto di animali, messa a disposizione da un’associazione privata, per garantire l’assistenza in caso di emergenze.

L’intervento scatta dopo la segnalazione delle forze dell’ordine e consiste nel soccorso e nel recupero dei randagi che dopo una prima visita all’Asp vengono assistiti e microchippati, per poi essere accompagnati nelle strutture in convenzione con il Comune di Noto.

L’ambulanza è messa a disposizione dall’associazione Giustizia per Roby attraverso la Cooperativa Oro, cui il Comune di Noto collaborare per la prevenzione del randagismo e la promozione delle adozioni. Porta un nome speciale l’associazione: Roby, infatti, era un randagio che vivacchiava in zona cimitero comunale e quasi due anni fa è stato trovato morto, probabilmente avvelenato. Da quel giorno, è diventato il simbolo della lotta a difesa dei randagi e, spiace dirlo, anche il simbolo della crudeltà umana. Ecco perché una situazione del genere diventa anche una lezione di civiltà.

L’ambulanza è a disposizione anche degli altri Comuni del comprensorio: l’intervento scatta dopo le segnalazioni ricevute dalle forze dell’ordine per il recupero di cani randagi in difficoltà, con le stesse modalità. Prima la visita veterinaria e la microchippatura, poi il trasferimento nelle strutture convenzionate con ciascun Comune.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo