In tendenza

Noto, un progetto smart city culturale da condividere con Huawei

Il progetto è ancora in embrione, quello di giovedì è stato un primo contatto di una strada che Noto e Huawei proveranno a percorrere insieme in futuro

Noto come modello di smart city culturale grazie a Huawei: di questo ha discusso giovedì sera il sindaco Corrado Bonfanti con il Ceo di Huawei Italy Ebg Tim Cao, giunto in Sicilia per una serie di incontri in programma all’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale di Augusta.

Con il Ceo Tim Cao, a Palazzo Ducezio c’erano anche altri rappresentanti di Huawei Ebg Italy: Timoty Wu, Service Director; Daniel Li, Solution Responsible e Vincenzo Strangis Senior Director Digital Transformation and Smart City, accompagnati a Noto dal dott. Massimo Scatà, netino, responsabile dell’area Affari Generali dell’Autorità di Sistema Portuale di Mare della Sicilia Orientale.

Il progetto è ancora in embrione, quello di giovedì è stato un primo contatto di una strada che Noto e Huawei proveranno a percorrere insieme in futuro.

“Pensare solo alla nostra città – ha commentato il sindaco Bonfanti – non ponendosi limiti di mandato e quindi con la consapevolezza che sarà un’altra Amministrazione a gestire la relazione operativa, penso sia il modo migliore per dimostrare quell’amore infinito di cui vado orgoglioso”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo