Noto, un progetto per i cartelli “salva ciclisti” da installare sulle strade del territorio

Manca l'ok definitivo, che arriverà dopo gli opportuni sopralluoghi

Da un progetto sviluppato da Paola Gianotti, Maurizio Fondriest e Marco Cavorso, nasce una sfida difficile ma culturalmente importante per l’anno 2020, ossia far installare dalle amministrazioni locali lungo le strade d’Italia, cartelli che informano circa l’importanza di circolare con precauzione in presenza degli utenti deboli della strada come appunto i ciclisti.

Sfida che diventa un progetto, già presentato al Comune di Noto che ha già dato l’ok formale per l’adesione ma aspetta gli ultimi sopralluoghi per stabilire su quali strade andranno installati i cartelli.

Congiuntamente a questa iniziativa il comitato delegato alla sicurezza stradale dei ciclisti professionisti Accpi nei mesi scorsi ha partecipato, presso il Mit, alla stesura del testo nel nuovo codice della strada in corso di approvazione e, ottenendo l’importante risultato di far inserire la distanza minima di 1,5 metri per il sorpasso del ciclista, una misura già adottata da pressoché tutti gli stati europei.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo