Obbligo delle mascherine nei luoghi al chiuso: nuova ordinanza del Ministero della Salute

Noto, un immobile confiscato alla mafia per le vittime di violenza domestica

C'è già il progetto per il recupero di un appartamento

Un immobile confiscato alla mafia da destinare a struttura che possa accogliere le vittime di violenza domestica.

È l’idea dell’amministrazione Bonfanti, già comunicata nei giorni scorsi al Procuratore Sabrina Gambino durante una riunione sull’argomento che si è svolta all’Urban Center di Siracusa.

Riunione che ha permesso di acquisire importanti spunti necessari per raggiungere, a livello interprovinciale, un accordo quadro, da formalizzare attraverso la sottoscrizione di una protocollo, per una rete ben organizzata tra Procura, Prefettura, Asp, Forze dell’Ordine, Comuni e Centri antiviolenza in grado di ottimizzare il sostegno alle donne vittime di violenza, senza improvvisazioni e con la massima condivisione di processi e di obiettivi.

Il Comune metterà a disposizione un appartamento proveniente dai beni confiscati alla mafia a disposizione del progetto per cui è già stato dato l’ok al progetto di recupero.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo