Noto, un altro matrimonio nonostante la pandemia. Corrado e Concetta hanno detto “sì” a Palazzo Ducezio

Per adesso il rito civile, aspettando tempi migliori per quello religioso

Intanto il rito civile aspettando quello religioso, così Corrado e Concetta hanno deciso di sposarsi al Comune e coronare il loro sogno d’amore, dimostrando che la pandemia non sarà mai più forte dell’amore che unisce.

Lui 25 anni, lei 22, ieri si sono giurati eterno amore nella Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio, davanti al Presidente del Consiglio Comunale Veronica Pennavaria. Con loro, presenti solo i testimoni: i parenti più stretti erano a casa, ad aspettarli, per un breve brindisi aspettando tempi migliori.

Eh si, perché Corrado e Concetta preparavano il loro matrimonio da due anni, avevano previsto tutto per giugno e alla fine hanno deciso di anticipare, non sapendo come andasse a finire con il Covid19.

Elegantissimo in abito nero lui, con cravatta grigia e capello comunque impeccabile. Emozionata lei, capelli sciolti e un filo di trucco raffinato. All’uscita niente lancio di riso ma uno sguardo verso la Cattedrale. Sperando che tutto passi in fretta.

“Vedere una coppia che malgrado il periodo di paura e incertezze – ha detto il Presidente del Consiglio Veronica Pennavaria – realizzare come e comunque il loro sogno, dimostrando che l’unica certezza è l’amore che unisce, riempie il cuore. Hanno dimostrato che il cuore è più forte di un virus. Hanno scelto la speranza, dimostrandoci che la vita, nonostante tutto, continua a scorrere”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo