In tendenza

Noto, tutela e promozione del territori, salvaguardia dell’ambiente e due eventi internazionali: il 2022 dell’associazione Contrade di Vendicari

E' quanto deliberato dai componenti del consiglio dei fondatori dell'associazione Le Contrade di Vendicari riunitisi nei giorni scorsi a Noto. Ma il primo obiettivo resta la difesa del territorio anche alla luce del possibile insediamento di alcuni impianti fotovoltaici

Tutela e promozione del territorio attraverso una lista di iniziative ben definite che riguardano la pulizia, la salvaguardia ambientale, la beneficienza e due importanti mostre da tenersi tra maggio e settembre dell’anno in corso. E’ quanto deliberato dai componenti del consiglio dei fondatori dell’associazione Le Contrade di Vendicari riunitisi nei giorni scorsi a Noto.

L’obbiettivo più urgente è la battaglia a tutto campo contro la decisione della Regione siciliana di autorizzare due mega impianti fotovoltaici nelle campagne di Vendicari e per questo, l’associazione dei residenti, nata l’anno scorso proprio con lo scopo di “intraprendere iniziative per la tutela e lo sviluppo del territorio patrimonio dell’Unesco” ha deciso di aderire a “qualunque iniziativa possa fermare l’avanzata dei giganti delle rinnovabili e di “supportare l’azione legale intrapresa dal neo sindaco Corrado Figura che si contrappone – in extremis – alle mega installazioni che hanno ottenuto la Via qualche mese fa e per la quale in Regione fanno ancora orecchio da mercante.

“Il Presidente Musumeci – dichiara il presidente Luciana Vacirca – pensa che di questo argomento non si debba parlare. Avvisato qualche mese fa dell’avvenuta autorizzazione da parte dell’assessorato al Territorio, tramite il suo portavoce, ha fatto sapere che non intende intervenire, almeno così ci è stato risposto. Noi sosteniamo che non è ammissibile la resa incondizionata di questo territorio che ha una grande vocazione turistica e agricola. Non possiamo permettere che ettari di pannelli solari – continua la Vacirca–  prendano il posto dei nostri alberi d’ulivo, sfigurando le campagne che sono parte del nostro dna e che hanno fatto innamorare i turisti quanto il mare e le spiagge. Questa terra è il nostro patrimonio da difendere, è la nostra vera ricchezza e non consentiremo che se ne continui a fare scempio”.

L’associazione Contrade di Vendicari, che in questi mesi non ha mai smesso di interloquire con l’amministrazione comunale di Noto, è attiva anche nel campo del contrasto alle discariche abusive e ha preso atto, proprio ieri, che le numerose contrade attorno alla città di Noto sono state per la maggior parte già bonificate ed è stata firmata una convenzione con la una società che collabora con la protezione Civile per l’uso dei droni per filmare e fotografare gli incivili che sporcano insistentemente. Per quanto riguarda le attività culturali, già approvate e per le quali è in vista un finanziamento, per il momento le bocche restano cucite, in attesa della messa in cantiere dei progetti, infatti, è stato anticipato che si tratta di eventi si spessore “internazionale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo