Noto, tentata rapina e lesioni personali: minorenne trasferito in comunità

I fatti si riferiscono al 27 agosto, il ragazzo è accusato di tentata rapina e lesioni personali aggravate

Nella giornata di ieri, Agenti del Commissariato di Noto hanno eseguito una misura cautelare del collocamento in una comunità, disposta dal Gip su richiesta della procura dei minori di Catania nei confronti di un minore di 16 anni, residente a Noto, per i reati di tentata rapina e lesioni personali aggravate.

Il 27 agosto scorso, un uomo di 65 anni denunciava presso gli uffici del Commissariato che, la sera precedente, intorno alle 21, mentre si trovava all’interno della propria abitazione, al secondo piano di uno stabile di sua proprietà, sentiva dei rumori provenire dal vano scale. Uscito sul pianerottolo, dopo aver percorso una prima rampa di scale, l’uomo notava la presenza di tre soggetti che si aggiravano con fare furtivo nell’androne di casa.

Due di essi, notato l’uomo, riuscivano a scappare, mentre il veniva bloccato dal proprietario di casa e per liberarsi lo colpiva alla testa con un pesante oggetto e si dileguava.

Gli accertamenti investigativi compiuti nell’immediatezza, le informazioni ed i riconoscimenti fotografici effettuati, consentivano di risalire all’autore del reato, un minore con precedenti di polizia. Veniva informata, pertanto, la Procura dei Minori di Catania.

Infine, Il Gip, sussistendo la gravità del fatto ed i precisi indizi di colpevolezza a carico del minore, emetteva la misura cautelare in argomento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo