In tendenza

Noto, “Storia di una ribelle ‘Nfame” diventa un film, i primi sopralluoghi del regista Nullo con l’autrice Mirano

A novembre il primo ciak. Si gira nel territorio, protagonisti tutti siciliani

“Storia di una ribelle ‘Nfame” diventa un film: a novembre il via alle riprese, nel frattempo il regista Gianfranco Nullo e l’autrice Mariagiovanna Mirano stanno completando i sopralluoghi e i casting.

Tutto in corso di definizione, con alcuni dettagli già noti e conosciuti, altri che saranno svelati nelle prossime settimane,

Le certezze: i costumi saranno Dolce&Gabbana, il film, ambientato nel 1992, sarà girato nel comprensorio, tra Noto, Avola e Marzamemi, i protagonisti saranno tutti attori siciliani.

C’è già la sceneggiatura, per un romanzo che lo stesso regista Gianfranco Nullo ha definito “dal contenuto vero e attuale, la cui narrazione al cinema è facilitata da un testo espressivo che si fonda su un messaggio chiaro: nella vita bisogna avere coraggio”.

Idee chiare anche per la distribuzione: il film narra una Sicilia ancorata a vecchi stereotipi da cui, però, è ancora possibile staccarsi, per questo motivo arriverà anche nelle sale cinematografiche internazionali, senza dimenticare l’obiettivo primario. Vale a dire sensibilizzare le nuove generazioni, in maniera diretta e determinata con la storia di Maria Danaro, la ribelle.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo