In tendenza

Noto, spazzatura in fiamme in via Sonnino: alleggerita la misura cautelare nei confronti di un indagato

Accolte le richieste della difesa dell'indagato rappresentato dall'avvocato Stefano Andolina

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Siracusa Carmen Scapellato ha accolto la richiesta di alleggerimento della misura cautelare presentato dall’avvocato Stefano Andolina per G. M., 40 anni, ritenuto tra i responsabili dell’accumulo di rifiuti in via Sonnino e del loro continuo rogo.

Dal divieto di dimora a Noto, misura cautelare applicata al termine delle indagini condotte dalla Polizia di Noto che hanno portato all’individuazione anche di altri 5 presunti complici, si è passati all’obbligo di presentazione e di firma in commissariato tutti i giorni entro le 11.

L’indagato è comparso davanti al Gip assistito dall’avvocato difensore Stefano Andolina lunedì 17 luglio con “atteggiamento collaborativo” .

Valutate anche altre circostanze, la richiesta della difesa è stata così accolta, ritenendo “adeguato e sufficiente alla salvaguardi delle esigenze cautelari” l’obbligo di presentazione in Commissariato.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni