Noto: Soddisfacente la partecipazione dell’Unione dei comuni Iblei all’Infiorata di Noto

Unione dei Comuni “Valle degli Iblei” su partecipazione all’Infiorata di Noto:

“Si conclude con grande soddisfazione la partecipazione dell’Unione dei Comuni “VALLE DEGLI IBLEI” ai tre giorni alla XXXIV edizione dell’Infiorata di Noto. Nei 5 stands dedicati ai 7 Comuni dell’Unione – accanto al Teatro Comunale – centinaia di visitatori hanno avuto modo di apprezzare la proposta turistica offerta da istituzioni e operatori.

“Oltre ogni nostra più rosea aspettativa questa esperienza – ha dichiarato l’Assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni, Emanuele Tringali – Sicuramente una presenza di visitatori importante negli stands, ma la soddisfazione maggiore ci deriva dall’entusiasmo con cui il Ministro del Giappone Yuzo Ota e la Presidentessa delle Infiorate Mondiali Yasuhiko Fujikawa hanno apprezzato la nostra offerta turistica”.

L’esibizione del Rino Cirinnà Trio Jazz di Canicattini Bagni; quella dei maestri pupari di Sortino (Antica Famiglia Puglisi); dei Tamburi imperiali di Ferla assieme alla presentazione delle eccellenze gastronomiche con il prezioso apporto dello chef Andrea Alì e degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Palazzolo Acreide hanno interessato non poco il Ministro giapponese. Nei prossimi giorni una nuova delegazione nipponica sarà presente a Noto. Sarà una nuova occasione per intrecciare futuri scambi.
Doveroso il ringraziamento dell’Assessore a tutti coloro i quali a vario titolo sono stati coprotagonisti di questo successo.

Il Sindaco Corrado Bonfanti e l’Assessore al Turismo Frank Terranova del Comune di Noto innanzitutto, che condividendo la necessità di promuovere il territorio anche attraverso i Comuni vicini, considerati partners e non competitors, hanno coinvolto l’Unione in tutti i momenti clou dell’intera manifestazione.
Fondamentale l’apporto anche dei dirigenti della SOAT di Palazzolo Acreide, Dott. Taglia e Dott. Scollo, che nei tre giorni hanno dato vita a dei mini convegni in occasione dei quali sono stati posti i riflettori sulle potenzialità di turismo e agroalimentare e sull’importanza di dover sfruttare lo strumento Unione ancor più in questo momento storico.

Preziosa la presenza negli stands degli operatori: dai Musei (Museo del Tessuto dell’Emigrante e della Medicina Popolare di Canicattini Bagni;Museo I luoghi del lavoro contadino di Buscemi; Museo Civico dell’Opera dei Pupi Fondo don Ignazio Puglisi di Sortino; Museo dei Viaggiatori di Palazzolo Acreide); ai produttori di olio, di formaggi, di miele, per concludere con gli Anziani del Centro di Canicattini Bagni che hanno realizzato le molto apprezzate nfigghiulate. Anche se forse la parte del leone l’hanno avuta il tartufo degli iblei e il budino di latte d’asina per i quali i giapponesi hanno manifestato grande interesse.

“L’auspicio – ha detto Tringali – è che, rodata questa formula della presentazione del territorio con questa modalità presentata a Noto, si possa essere allo stesso modo presenti in tutte le altre manifestazioni di grande rilievo, non solo dei Comuni a noi vicini, ma anche in occasione dei grandi eventi in programma nei nostri stessi centri: il Festival Jazz di Canicattini Bagni; il MedFest di Buccheri; l’Agrimontana di Palazzolo Acreide; la sagra del miele di Sortino; il Lithos di Ferla.”

Anche il Presidente dell’Unione, Dott. Michelangelo Giansiracusa, ha espresso la sua soddisfazione in occasione di una tavola rotonda “L’Unione con questa esperienza positiva ha dimostrato di essere capace di fare sistema, non solo nella programmazione per la gestione di servizi, ma anche per la promozione turistica di qualità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo