In tendenza

Noto, riceve persone in casa nonostante i domiciliari: in carcere

L'uomo è stato raggiunto da un aggravamento della misura cautelare

I Carabinieri della Stazione di Noto, in esecuzione di ordine di aggravamento della misura cautelare degli arresti domiciliari con la sostituzione della custodia in carcere emesso dalla Corte d’appello di Catania, hanno tratto in arresto C.C., 23enne di Noto, accompagnandolo alla Casa Circondariale di Siracusa “Cavadonna”.

Il provvedimento è stato emesso dall’Autorità Giudiziaria a seguito di un episodio avvenuto qualche giorno fa, quando i Carabinieri, nell’ambito dei controlli ai soggetti sottoposti a provvedimenti limitativi della libertà personale, hanno sorpreso due giovani che lasciavano l’abitazione del giovane sottoposto agli arresti domiciliari. I due giovani, alla vista dei militari, hanno provato a darsi alla fuga, ma uno dei due, inseguito a piedi dai Carabinieri, è stato raggiunto, sottoposto a perquisizione e trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente per la quale è stato segnalato come assuntore alla Prefettura di Siracusa.

Il fatto, costituendo una chiara violazione delle prescrizioni che erano state imposte dall’A.G. etnea a C.C. e che gli vietavano di incontrare in casa persone diverse da familiari e difensore, è stato riportato al Magistrato competente, col risultato che la misura cautelare è stata in breve sostituita dal Tribunale con una più afflittiva.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo