Noto, prima gli spari poi la corsa in ospedale, un pomeriggio folle in zona via Platone

Restano comunque gravi le condizioni dell'uomo ricoverato in ospedale dopo essere stato raggiunto all'addome, al collo e alla gamba

I colpi di pistola, all’improvviso nel bel mezzo del pomeriggio, poi la corsa in ospedale mentre, a quanto riferiscono alcuni testimoni, chi avrebbe sparato scappava. Mentre i Carabinieri della Compagnia di Noto indagano sull’agguato di ieri pomeriggio in zona via Platone, nel bel mezzo del quartiere abitato dalla comunità dei caminanti, emergono ulteriori dettagli su quanto successo ieri.

Anche perché il rumore degli spari è stato udito anche a diversi metri di distanza. Secondo le prime ricostruzioni, la coppia di coniugi sarebbe stata raggiunta fin sotto casa, probabilmente – considerando la dinamica dell’agguato – chi ha sparato conosceva bene le abitudini della coppia e li avrebbe aspettati al varco. Tanto che poi la coppia ha avuto il tempo di provare a ripararsi in macchina: i colpi di pistola hanno infranto il vetro e raggiunto il corpo dell’uomo, ferito gravemente in tre punti del corpo. La donna, invece, ha riportato solo alcune ferite provocate dalle schegge dei vetri rotti.

Immediata la corsa verso l’ospedale, mentre sul posto intervenivano i Carabinieri per i rilievi del caso ed avviare le indagini che sono proseguite per tutta la notte. L’accusa che pende su chi ha sparato è di quelle pesanti: tentato omicidio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo