In tendenza

Noto, passo indietro del candidato a sindaco Gianluca Rossi: “alleanza con Aldo Tiralongo”

Scendono a 3 i candidati alla fascia tricolore, gli altri sono Corrado Figura e Vincenzo Adamo

Con un video messaggio pubblicato sui social il candidato a sindaco Gianluca Rossi, architetto bolognese che ormai da 15 anni risiede a Noto, ha annunciato di aver trovato un’intesa di massima con il candidato a sindaco Aldo Tiralongo, ufficializzando dunque il passo indietro a sostegno di quest’ultimo.

“Abbiamo molti punti del programma elettorale in comune – dice nel video in cui spiega la scelta – e contiamo di poterli portare avanti insieme. Non uscirò dalla scena, ma cercherò di trasmettere quanto di buono ho avuto modo di raccogliere in questi pochi mesi di candidatura in pectore”.

Aspettando il commento ufficiale della coalizione che sostiene Tiralongo e di quest’ultimo, la situazione a 4 mesi dal voto a Noto è la seguente, con tre soli candidati a sindaco.

In rigoroso ordine alfabetico, il primo è Vincenzo Adamo, ex primario di Ortopedia all’ospedale Trigona di Noto che, con una lista che porterà proprio il nome del nosocomio netino, si candiderà fuori da ogni schema o coalizione. Poi c’è Corrado Figura, ex presidente del Consiglio, forte già delle tre liste personali (Noto 3.0, Noto Movimento Popolare e una nuova lista provvisoriamente chiamata Sostenibilità), a cui si aggiungono i movimenti Noto Libera, Noto Nostra e Netini in Movimento.

Infine c’è Aldo Tiralongo, candidato di Passione Civile, Pd, 5 Stelle, Noto Partecipa e Movimento 24 agosto, a cui dovrebbero aggiungersi a questo punto anche le liste che avrebbero appoggiato la candidatura di Rossi, vale a dire quelle che attualmente ricalcano la maggioranza di Palazzo Ducezio.

Tutto questo in attesa di prese di posizioni ufficiali: sarà pure tempo di social, ma di comunicati stampa firmati da iscritti all’ordine dei giornalisti, al momento, se ne sono letti pochi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo