Noto, Passi avanti sul Museo del Mare a Calabernardo: firmata la convenzione per realizzare l’opera

Il museo del Mare di Noto potrebbe diventare presto realtà e ospitare reperti marittimi nele sale espositive: firmata la convenzione tra amministrazione comunale e Gruppo d’azione costiera (Gac) dei Due Mari per la realizzazione della struttura che sorgerà in contrada Calabernardo, all’interno dell’ex caserma della Guardia di Finanza, un edificio su due piani.

Punta di diamante di questo progetto di massima sarà il belvedere sulla torre panoramica, dove grazie a un binocolo di potrà osservare il mare e tutto il territorio circostante.

Il progetto prevede al piano terra l’istituzione di servizi igienici, biglietteria, bookshop e  sala multimediale oltre a una corposa collezione di conchiglie provenienti dal mare antistante, con pannelli esplicativi. Al primo piano, saranno due le sale espositive: una dedicata alla mostra monografica in collaborazione col museo di Santa Severa, un’altra sarà riserva a un percorso tematico con l’esposizione dei reparti archeologici provenienti soprattutto dai fondali del Golfo di Noto ma più in generale da tutto il territorio con oggetti, foto e documenti che racconteranno il rapporto tra i netini e il mare.

Nel museo saranno organizzati seminari e stage grazie alla collaborazione con l’università “La Sapienza” di Roma a cuisi aggiungeranno anche i corsi specifici per il turismo archeologico, marittimo e subacqueo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo