In tendenza

Noto, omicidio di Pierpaolo Mirabile: c’è il rinvio a giudizio per Vincenzo Di Giovanni

Secondo la tesi della Procura e dei carabinieri di Siracusa, prima degli spari ci sarebbe stato uno scontro fisico, avvenuto il 30 novembre del 2021, che avrebbe coinvolto il padre del minore e l’imputato, come documentato dalle telecamere di sicurezza

Il gip del Tribunale di Siracusa ha disposto il rinvio a giudizio nei confronti di Vincenzo Di Giovanni, 34 anni, di Noto, accusato dell’omicidio di Pierpaolo Mirabile, il 17enne netino morto il 4 dicembre del 2021 in ospedale per le gravi ferite al cranio causate da un colpo di pistola.

Secondo la tesi della Procura e dei carabinieri di Siracusa, prima degli spari ci sarebbe stato uno scontro fisico, avvenuto il 30 novembre del 2021, che avrebbe coinvolto il padre del minore e l’imputato, come documentato dalle telecamere di sicurezza.

Dopo essersi separati, il 34enne si sarebbe armato di una pistola ed avrebbe sparato in direzione della macchina in cui c’erano il 17enne ed i genitori. Un proiettile colpì alla testa il ragazzino, deceduto due giorni dopo in un ospedale di Catania. L’imputato venne fermato nei giorni successivi e nell’interrogatorio spiegò che non avrebbe ammesso di aver premuto il grilletto ma non con l’intento di uccidere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo