In tendenza

Noto, ok alle processioni sacre: a Pasqua appuntamento con Santa Spina e Pace. E magari in estate San Corrado torna all’Eremo…

Se cessa lo stato d'emergenza, i vescovi siciliani sono pronti a ridare l'ok alle processioni. A Noto tutto pronto per Pasqua, e poi il pensiero corre alla traslazione dell'arca di San Corrado all'Eremo, prevista nel 2020 ma saltata causa Covid-19

Sì alle processioni, qualora lo stato di emergenza non venisse confermato, ma niente fuochi d’artificio in un momento storico in cui ci sono popoli che convivono con il rumore delle esplosioni.

Così la Cesi, la Conferenza dei vescovi siciliani, è pronta a ridare l’ok alle processioni sacre che, a questo punto, ripartirebbero dal 10 aprile, dalla Domenica delle Palme. Se tutto dovesse andare come da programma, con il Governo che revoca lo stato d’emergenza dal 31 marzo in poi, a Noto ritornerebbe intanto l’appuntamento con la processione dell’Ora Santa della Domenica delle Palma, seguito poi dalla suggestiva processione della Santa Spina, per il venerdì santo, e dalla Pace, l’incontro tra Gesù Risorto e la Madonna nel giorno di Pasqua.

E questo lancerebbe anche una lunga rincorsa verso le altre feste in calendario: Corpus Domini, a maggio, Sacro Cuore, giugno, Madonna del Carmelo, luglio, San Corrado, ad agosto.

E proprio su San Corrado potrebbe esserci una bella novità: nel 2020 era prevista la traslazione dell’arca argentea dalla Cattedrale all’Eremo di San Corrado, poi annullata per il Covid. Chissà, potrebbe essere recuperata proprio quest’anno…


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo