Noto, l’Infiorata 2020 ci ricorda che “La bellezza è più forte della paura”

Il Cunto di Mario Incudine, così come il bozzetto realizzato in via Nicolaci, un segnale per la ripartenza

Infiorata speciale quella del 2020, a tempi di Covid19 e con divieti di assembramenti, l’amministrazione comunale ha deciso lo stesso di non far perdere la tradizione cambiando il format della festa di via Nicolaci.

Un solo bozzetto, con 4 grossi medaglioni dedicati alla Sicilia che si distendono su un grande albero, l’albero della vita. E niente visitatori, ma il Cunto di Mario Incudine che in una Noto deserta.

Un messaggio da Noto al Mondo intero: lo lancia una città che è rinata da zero dopo il terremoto del 1693 e che dopo il crollo della Cupola della Cattedrale ha ritrovato il suo slancio: la ripartenza è vicina, serve resilienza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo