In tendenza

Noto, la vecchia scuola di contrada Bambina assegnata all’istituto comprensivo Maiore

L'intenzione è quella di avviare un processo di recupero dell'edificio costruito nel 1978 ma poi mai entrato in funzione

La Giunta comunale ha dato l’ok all’assegnazione dell’edificio di contrada Bambina all’istituto comprensivo Francesco Maiore. Un’assegnazione necessaria per poter poi avviare un progetto di riqualificazione e completamento della struttura e renderla utilizzabile in vista dei prossimi anni scolastici.

Seguiranno, però, altri passaggi per portare al termine l’iter: bisognerà trovare i fondi per l’intervento ma nel frattempo si lavora già ad uno stralcio di progetto esecutivo e si guarda con interesse ai possibili finanziamenti, nazionali o regionali che siano, per finanziare i lavori.

L’edificio in questione si trova a poche centinaia di metri dalla sede principale dell’istituto Maiore, in via Roma. Era il 1978 quando venne edificiato ed individuato come possibile plesso scolastico, ma non è mai entrato in funzione e, a dire il vero, non è stato nemmeno completato.

Considerata anche la richiesta di nuovi spazi presentata dalla dirigente scolastica dell’istituto Maiore, la professoressa Desiree Coco, l’amministrazione comunale ha deciso di prendere la palla al balzo e rispolverare un’idea rimasta tale dal 1978 ad oggi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo