Noto, la Polizia denuncia un 52enne per aver violato gli obblighi di assistenza familiare e per aver minacciato l’ex moglie

L'uomo, dopo la separazione, si sarebbe rifiutato di provvedere al sostentamento del figlio

La Polizia ha denunciato per violazione degli obblighi di assistenza familiare e minacce un uomo di 52 anni. Tutto è partito dopo la denuncia presentata dall’ex moglie, la quale ha raccontato di come l’ex marito non solo non stava ottemperando al sostentamento del figlio così come previsto dal giudice per dopo la separazione, ma che alla richiesta della donna di rispettare la sentenza avrebbe risposto negandosi, offendendola e minacciandola.

Le indagini condotte dal commissariato Noto coordinato dal vicequestore aggiunto Paolo Arena hanno permesso di appurare le responsabilità dell’uomo. La donna ha denunciato tutto a fine ottobre, raccontando appunto l’atteggiamento prepotente e senza troppi riguardi dell’ex coniuge: il matrimonio risaliva a oltre 20 anni fa e la donna aveva deciso di lasciarlo perché riteneva la condotta dell’ex marito rivolta più allo sperpero dei soldi che al fabbisogno della famiglia.

Chiuso l’iter giuridico, era stato stabilito che l’uomo avrebbe dovuto versare l’assegno di 250 euro per provvedere al mantenimento del figlio minore. Cosa che non è mai successa, convincendo così la donna a raccontare tutto alla Polizia.

Tra il materiale recuperato per le indagini anche gli sms che l’ex marito inviava, utilizzando un linguaggio a volte offensivo e velatamente minaccioso, allontanando tutte le richieste di mantenimento del figlio minore.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo