In tendenza

Noto, la firma di Marzia Caruso sulla grafica della Stagione d’Opera e di Balletto del Teatro Regio di Torino

La visual designer netina, 24 anni, allieva della Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, ha vinto il contest e curerà l'immagine e le grafiche per la stagione 2022

C’è la firma della studentessa netina Marzia Caruso nella narrazione per immagini della Stagione d’Opera e di Balletto 2022 del Teatro Regio di Torino.

Ieri mattina la presentazione del progetto grafico, dopo che Marzia – 24 anni, allieva dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino – ha vinto il contest lanciato dalla Teatro Regio, dove si è ritrovata a sfidare altri 11 allievi dei corsi di Metodologia progettuale della Comunicazione visiva e di Progettazione grafica

Nata a Noto, dopo aver intrapreso e concluso il percorso triennale in Grafica d’Arte all’Accademia di Belle Arti di Catania, sta terminando il suo corso di studi in Arti Multimediali delle Reti all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, città che ha raggiunto appositamente per completare il percorso di crescita e, nel frattempo, confrontarsi con nuove realtà.

La grafica realizzata richiama la cultura Pop, con colori tenui con cui riuscire a parlare ai suoi coetanei, proprio come lei stessa ha spiegato durante la conferenza stampa di ieri. “Grazie all’Accademia Albertina – ha detto – ho partecipato al contest del Teatro Regio e, una volta ricevuto il briefing, mi è subito stata chiara la linea che avrei voluto presentare. I colori, rimandanti alla cultura Pop, credo siano in grado di parlare ai miei coetanei; le sagome, private del loro volto, sono capaci di portare maggiore attenzione al personaggio senza soffermarsi sull’artista che lo interpreta; la filigrana si associa sia all’effetto incisione sia al disturbo dello schermo digitale quando viene ripreso. Infine, l’uso dell’elemento architettonico del Teatro Regio della stella a otto punte progettato da Carlo Mollino, si presta in maniera efficace e potente come messaggero e simbolo del teatro stesso”..

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo