Noto, La Bbc in una comunità alloggio, per raccontare in un altro modo l’immigrazione

Giornata particolare, quella di ieri, per gli ospiti della comunità alloggio San Giovanni Bosco di Noto, diventati protagonisti, ovviamente in positivo, di un servizio ideato e realizzato dalla Bbc, la televisione più importante del Regno Unito.

Un servizio che ha voluto lanciare un messaggio piuttosto chiaro e semplice: l’immigrazione vista da un’altra prospettiva, quella dei minorenni che ricominciano la loro seconda vita. Lo hanno fatto, lo stanno facendo, grazie anche al lavoro sinergico tra le diverse figure professionali coinvolte in questa rinascita. Dai responsabili delle comunità alloggio, ai tutori legali (trattandosi di minorenni, l’iter prevede che l’affidamento passi dal Tribunale dei Minori), passando per psicologi e assistenti sociali.

La giornalista Anna Holligan li ha intervistati uno per uno, seguendo le loro abitudini durante la loro giornata tipo, che poi è praticamente uguale a quella di tutti i ragazzi della loro età. Mattina a scuola, e con buoni risultati, e il pomeriggio, dopo aver terminato i compiti, il momento degli hobby e delle passioni. Tra queste il calcio, scontato, ma anche l’atletica e il ping-pong, oppure la musica, con qualcuno di loro che suona la batteria, e altri già inseriti nella banda musicale.

E proprio l’inserimento nel tessuto sociale è stato il traguardo più importante: lontani dal proprio paese, hanno resettato tutto, amicizie e vecchi ricordi, per ricominciare da capo. E alla giornalista Anna, davanti al pranzo, hanno anche insegnato qualche parola in italiano.

(Nella foto la troupe televisiva della Bbc e i responsabili della comunità alloggio netina)


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo