In tendenza

Noto, Infiorata 2015: si conclude la presentazione in terra catalana

Si è conclusa con gli ultimi incontri nella serata di lunedì la presentazione in terra Catalana dell’edizione 2015 dell’Infiorata di Noto. In realtà non si è trattato soltanto di illustrare le caratteristiche e la partecipazione degli infioratori catalani ma, grazie alla fitta serie di appuntamenti tra Barcellona e Caldes, è stato dato avvio ad un dialogo che nel corso dei prossimi mesi vedrà più di un appuntamento incrociato tra Terra netina e Terra catalana.

Nella giornata di domenica, infatti, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti e il suo vice sindaco e assessore al Turismo Frankie Terranova hanno incontrato Jordi Solé i Ferrando Alcalde de Caldes de Montbui, che oltre a essere primo cittadino di Caldes è anche diputat al Parlament de Catalunya. Insieme con le altre autorità cittadine era presente Vicenta Pallarès i Castelló, presidente della Federació Catalana de Catifaires. Nell’occasione è stata annunciata la partecipazione degli Infioratori di Noto a giugno all’evento che si tiene proprio nella città di Caldes de Montbui, il sito più importante per la federazione Catalana degli Infioratori. “Siamo molto felici di poter avere a giugno Noto e la sua prestigiosa Infiorata – ha dichiarato il sindaco di Caldes – e diamo massima disponibilità per tutto quanto verrà organizzato“.

Ieri altra giornata intensa, iniziata al mattino al Municipio di Barcellona e proseguita al Ministero della Cultura, ospiti de Hble. Sr. Ferran Mascarell, Conseller de Cultura de la Generalitat de Catalunya e del suo staff. In questa occasione sono stati illustrati i bozzetti degli otto artisti catalani che prenderanno parte all’Infiorata di Noto, dove il Ministro è stato ufficialmente invitato a presenziare. È stato mostrato anche un video con le più belle immagini dell’infiorata, apprezzato dai presenti, e sono state presentate le tante iniziative a corredo dell’evento netino, a cui il ministro ha dato ampio appoggio e condivisione. La giornata si è poi conclusa con la visita all’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, ospiti della Direttrice Roberta Ferrazza, dove si è dialogato soprattutto sulla presenza netina in giugno, nella prima settimana, in occasione dell’Infiorata di Caldes, con una serie di idee e la volontà di collaborare anche da un punto di vista logistico.

È stata, infatti, data disponibilità dei locali dell’Istituto e del Consolato per tutte quelle iniziative a corredo dell’Infiorata. Intense giornate che hanno permesso di entrare nei dettagli dell’Infiorata di Noto “Benvenuta Catalunya” e avviato una vera e propria rete di relazioni che oltre a rendere l’evento 2015 molto atteso apre prospettive turistiche interessanti. La permanenza in terra catalana ha, infatti, permesso di incontrare tutti i partner e coloro i quali a vario titolo parteciperanno all’Infiorata di Noto.

Siamo davvero soddisfatti – dichiara al rientro in Sicilia il sindaco Bonfanti – e ringraziamo tutti coloro i quali ci hanno accolto con un notevole spirito partecipativo. Segno che l’avviata politica culturale ed internazionale, posta in essere dalla nostra Amministrazione, riesce ad essere incisiva ed a portare risultati concreti“. Gli fa eco il vice sindaco Frankie Terranova: “Siamo nella fase operativa avanzata e la prossima settimana tradurremo in iniziative concrete quanto maturato nei tavoli di lavoro a cui abbiamo partecipato in questi giorni“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo