Noto, Il Sindaco Bonfanti risponde alla richiesta di intervento sui latrati dei cani ospitati nel rifugio di Contrada Volpiglia

Il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, risponde alla richiesta di intervento sui latrati dei cani ospitati nel rifugio sanitario di contrada Volpiglia:

Prendo atto dell’ennesima protesta pervenuta da parte del gestore di una struttura agrituristica presente nei pressi del Rifugio sanitario, per comunicare che questa Amministrazione, ancora prima di essere sollecitata, ha preso a cuore l’esigenza di tanti amici a quattro zampe meritevoli di attenzione e cure. Il Rifugio sanitario rappresenta, al momento, l’unica struttura regolarmente autorizzata che consente un primo intervento, altri numerosi nostri “amici” sono ospitati in ulteriori centri, fuori Noto, con costi importanti per la collettività. Nell’immediato interverrò per porre rimedio alle segnalazioni del nostro imprenditore, legittime e degne di considerazione, ma non mi fermo a questo.

Comunico che abbiamo presentato un progetto di Canile comunale con 208 “camere” per l’acquisizione del parere alla Soprintendenza di Siracusa e investiremo circa il 50% della somma disponibile più l’area di nostra proprietà, (400.000,00 euro circa chiavi in mano il costo complessivo dell’iniziativa) per un project pubblico/privato. Come ovvio, per la buona pace di tutti, anche degli amici a quattro zampe, il canile sorgerà in area non urbanizzata. Dopo decenni di assoluta sordità questo è almeno un segnale di buona amministrazione“.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo