In tendenza

Noto, il sindaco Bonfanti: “La mostra di Igor Mitoraj resta fino al 31 ottobre”

“Dedalo”, “Ikaria”, “Eros Bendato”, “Gambe Alate”, “Ikaro Alato” ed “Eros Alato Screpolato” resteranno ancora sulla scalinata della Cattedrale

“Le 6 fantastiche sculture di Igor Mitoraj che ospitiamo ormai da mesi sulle scale della nostra Cattedrale resteranno a Noto fino al 31 ottobre. Abbiamo definito i dettagli nei giorni scorsi con Atelier Mitoraj, Galleria d’Arte Contini ed Alberto Bartalini, rafforzando, nonostante la pandemia in corso, il percorso che vede Noto sempre più “Città d’Arte””. Così il sindaco Corrado Bonfanti annuncia la proroga della mostra con le 6 opere bronzee realizzate dallo scultore polacco Igor Mitoraj, installate sulla scalinata della Basilica di San Nicolò dalla fine di ottobre 2020 grazie anche alla collaborazione di Mediatica, e inizialmente destinata a concludersi lo scorso 15 febbraio. Un segnale importante in chiave ripartenza della stagione turistica: l’augurio è che la pandemia possa arrestare la sua corsa e che tra buoni comportamenti e vaccini si possa tornare a riassaporare un pizzico di normalità al più presto.

“E Noto, come sempre, vuole farsi trovare pronta – aggiunge Bonfanti – e in questo senso siamo già partiti con la programmazione delle mostre. L’assessore Solerte ha convocato la commissione di esperti per stilare il programma espositivo per tutto il 2021. La mostra di Mitoraj sarà la classica ciliegina sulla torta. Anche perché in questi mesi la città ha cominciato a prendere confidenza con le statute, grazie anche alle tante attività didattiche organizzate dagli istituti scolastici di città, il cui lavoro è di fondamentale importanza per diffondere la cultura dell’arte”.

“Dedalo”, “Ikaria”, “Eros Bendato”, “Gambe Alate”, “Ikaro Alato” ed “Eros Alato Screpolato” resteranno ancora a Noto, dunque, ad accogliere visitatori e ispirare le buone intenzioni della comunità netina.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo