In tendenza

Noto, il ritratto di mons. Francesco Guccione nella Sagrestia della Cattedrale. Realizzato dal maestro Francesco Coppa

Mons. Antonio Staglianò ha benedetto il quadro che riproduce l'ex vicario generale della diocesi netina

Ad un mese dalla morte, la diocesi di Noto e il vescovo Mons. Antonio Staglianò hanno ricordato in Cattedrale mons. Francesco Guccione, storico vicario generale ed uno dei sacerdoti più amato e seguito dai fedeli netini e non solo.

Sabato ricorreva il trigesimo della sua dipartita, avvenuta a 101 anni ed oltre alla celebrazione eucaristica presieduta da mons. Antonio Staglianò, è stato previsto un momento particolare, con l’artista netino Francesco Coppa che ha donato al Capitolo della Cattedrale un elegante quadro raffigurante proprio mons. Guccione.

Un quadro che è stato posizionato all’interno della Sagrestia, in quel luogo dove per anni l’ex vicario generale della diocesi netina ha accolto migliaia di persone, ascoltando i problemi di tutti, aiutandoli anche con una semplice parola di conforto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo