In tendenza

Noto, eseguito ordine di carcerazione per detenzione e spaccio di stupefacenti

L'uomo era già ristretto nel carcere di Noto per una precedente condanna

L’impegno della Compagnia di Noto nelle attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti è sempre costante su tutto il territorio di propria competenza e costituisce una delle priorità dei reparti dipendenti, ovvero del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni Carabinieri. I militari svolgono in particolare una quotidiana attenta vigilanza nei pressi delle scuole al fine di prevenire e reprimere episodi di spaccio in danno dei minori.

Le attività generano numerosi arresti e denunce penali, oltre alle frequenti segnalazioni degli assuntori che in via amministrativa vengono inviate alla Prefettura ed alle quali conseguono provvedimenti che, benché sempre mirati al recupero del consumatore, possono essere anche molto afflittivi, come la sospensione della patente di guida.

Le conseguenze penali sono quelle che tuttavia colpiscono più duramente, anche a distanza di tempo. Ieri ad esempio i Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno notificato a tale Concetto Iozia, di 45 anni, di Rosolini, già noto ai Carabinieri per i suoi pregiudizi di polizia ed infatti attualmente ristretto per altra causa nella casa circondariale di Noto, un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Siracusa a suo carico, che ha decretato l’esecuzione di una pena definitiva conseguente a reati di traffico di stupefacenti commessi in passato che ora si sommerà al periodo detentivo attualmente in corso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo