Noto, Covid nelle case di riposo: due ospiti deceduti

Il loro era un quadro compromesso da patologie cliniche già datate

Ci sono due morti tra gli ospiti delle case di riposo di Noto in cui sono scoppiati i focolai:  si tratta di due donne, con un quadro clinico complicato, così come spiegato dai medici che le hanno avuta in cura, con patologie complesse e datate. I contagiati in città restano 78, di cui 5 persone ricoverati al terzo piano del Trigona. Sono 45, invece, le persone in isolamento fiduciario.

Già da domani dovrebbero partire nuovi tamponi per gli ospiti delle case di cura, così come dovrebbero concludersi le prime quarantene fiduciarie.

“Registriamo 78 contagi –ha detto Bonfanti nel suo aggiornamento – e, purtroppo, anche 2 decessi. Si tratta di due donne con un quadro clinico compromesso da quanto riferito dai medici che le hanno avute in cura, con patologie complesse e datate. L’essere state contagiate ha influito ma non determinato: questo però poco conta: ci associamo al dolore delle famiglie, a cui come comunità ci stringiamo forte. Solo 5 dei contagiati sono stati ricoverati al Trigona, tutti e 5 con un’età sopra gli 85 anni e con condizioni cliniche discrete. Sono 45, invece, le persone in quarantena fiduciaria”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo