Noto, conclusa la nona edizione del Progetto Spiagge Sicure

Dal 15 giugno al 6 settembre la spiaggia libera presidiata dai bagnini e dai droni dell'Avcn

Conclusa la nona edizione del progetto Spiagge Sicure: lanciato nel 2012 dall’Amministrazione Bonfanti, il servizio prevede il presidio delle spiagge libere sui 18 km di litorale netino con annesso il servizio di assistenza bagnanti in caso, si spera mai, di necessità.

Quest’anno, in un’estate segnata dall’emergenza Covid19, ai bagnini della Avcn di Protezione Civile, è stato dato il “compito” di controllare anche eventuali assembramenti in spiaggia. In questa missione sono stati affiancati dai droni del Gruppo Piloti Sapr.

Sono stati 15 i ragazzi coinvolti nel progetto, tutti con brevetto da bagnino e che ogni giorno da metà giugno al 6 settembre hanno presidiato la spiaggia libera dalle 9 alle 19. Nei giorni di massima affluenza, la presenza dei bagnini è raddoppiata. All’altezza della seconda scaletta, inoltre, è stata allestita la zona per i diversamente abili, con due Job Chair a disposizione per chi aveva necessità di spostarsi sulla spiaggia o in acqua.

Le postazioni individuate quest’anno erano tre, appunto seconda scaletta, spiaggia degli scogli bianchi e zona Spinazza, al confine con Pachino: non è da escludere che il prossimo anno qualcosa possa essere rivista, con nuove postazioni da prevedere. Tutto questo  per continuare a migliorare un progetto lanciato dall’Amministrazione Bonfanti che piace, convince e rassicura.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo