Noto, il Comune anticipa i soldi per il contratto di fornitura di metano nel plesso Raeli

Il preside del Raeli Concetto Veneziano: "Grazie all'amministrazione comunale per l'impegno nel risolvere la questione riscaldamenti"

Concetto Veneziano

Metano tra i banchi di scuola, c’è il preventivo per l’allaccio alla rete del metano del plesso Raeli recentemente restaurato e nuovamente utilizzato dall’omonimo istituto superiore: ci vogliono circa 20mila euro, cifra che anticiperà il Comune per garantire un ambiente di lavoro e di studio dignitoso.

Comune che poi si rivarrà sul Libero Consorzio Comunale di Siracusa, ente che ha competenza sulle scuole scuole superiori. In totale sono circa 25mila euro i fondi anticipati dal Comune per permettere la manutenzione e il funzionamento dei riscaldamenti nelle aule del Raeli e dei suoi diversi plessi.

E il dirigente scolastico dell’istituto Matteo Raeli di Noto Concetto Veneziano a nome di tutta la comunità scolastica ha voluto esprimere la propria gratitudine al sindaco Corrado Bonfanti e alla Giunta Comunale per “l’impegno profuso per risolvere le problematiche degli impianti di riscaldamento garantendo, in questo modo, condizioni di lavoro e di studio dignitose”.

Negli ultimi giorni, infatti, il Comune si è sostituito – anche quest’anno – al Libero Consorzio di Siracusa, ente che ha competenza sulle scuole superiori, anticipando circa 5mila euro per l’acquisto del gasolio per far funzionare i termosifoni nei plessi Pitagora, Platone e Di Rudinì, oltre a farsi carico delle spese per l’allaccio alla rete del metano per l’avvio dell’impianto nel plesso di via Raeli.

“L’impegno dell’amministrazione comunale per l’anno scolastico in corso si è articolato in vari interventi – dice Veneziano – ovvero nella riparazione della caldaia del plesso di via Platone e fornitura di gasolio per il funzionamento della stessa; sostituzione della pompa della caldaia del plesso di via Pitagora; fornitura di gasolio per l’impianto della sede centrale di corso V. Emanuele; stipula del contratto di fornitura ed avvio dell’impianto del plesso di via Raeli”.

“Le difficoltà economiche del Libero Consorzio di Siracusa  – ha proseguito Veneziano – non consentono da anni allo stesso di provvedere direttamente alla manutenzione e riparazione degli impianti di riscaldamento e, più in generale, agli interventi di manutenzione delle scuole. In un contesto così difficile aver trovato un interlocutore sensibile e disponibile a surrogarsi all’ente preposto da un lato ci ha consentito di svolgere la nostra  attività istituzionale  in condizioni di sostanziale normalità e, dall’altro, ci conforta nella consapevolezza di poter trovare sul territorio risposte ai bisogni e alle necessità della comunità scolastica”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo