In tendenza

Noto, Casa Tobia e il presepe dedicato alle donne dell’Afghanistan

Un'installazione speciale, con un messaggio di accoglienza e speranza

C’é Samira, giovane donna scappata dall’Afghanistan, nella natività speciale allestita quest’anno dai ragazzi di Casa Tobia, comunità residenziale, che in vista del Natale hanno voluto lanciare un messaggio speciale con il loro presepe.

Un presepe che racconta storie attuali: c’è Samira, come detto, ma anche alcune sagome che raffigurano il popolo afghano, e con loro anche le sagome degli stessi ragazzi che si sono impegnati in questi mesi a realizzare l’installazione. Ragazzi che si sono autoraffigurati nelle attività di tutti i giorni, quasi a voler ricordare che il messaggio lasciato da Dio attraverso la nascita del figlio di Gesù non abbia tempo e sia sempre attuale.

Chiaro, guardandolo nel profondo, anche il messaggio verso la figura delle donne dopo il ritorno al potere dei Talebani a Kabul.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo