Obbligo delle mascherine nei luoghi al chiuso: nuova ordinanza del Ministero della Salute

Noto, bonifico sospetto, archiviate le posizioni del sindaco Bonfanti e del suo autista

I fatti si riferiscono al 2016, le indagini partirono nel 2018

Il Gip del Tribunale di Siracusa Andrea Migneco ha disposto l’archiviazione del fascicolo aperto nei confronti del sindaco Corrado Bonfanti e del suo autista Salvatore Mina per presunta turbativa d’asta e presunto finanziamento illecito a partiti. Accolta la richiesta del Pubblico Ministero Tommaso Pagano, dopo aver accertato che non risultavano provate tale ipotesi, riferite a fatti avvenuti poco prima delle elezioni amministrative del 2016.

Le indagini erano scaturite da una lettera anonima inviata alla Tenenza della Guardia di Finanza che ha portato alla scoperta di un deposito sul conto corrente del collaboratore del sindaco di una cifra di 3mila da parte di una ditta di Barrafranca. Le indagini hanno accertato che il bonifico della ditta delle pulizie costituiva un contributo per la campagna elettorale del sindaco e non una ricompensa per l’appalto che si era vista aggiudicare.

In data 7 luglio il Gip Andrea Migneco ha disposto l’archiviazione dei reati contestati al Sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, difeso dall’avvocato Ezechia Paolo Reale, e al suo autista, Salvatore Mina, assistito dall’avvocato Emiliano Bordone.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo