In tendenza

Noto, al Di Rudinì celebrata la Notte nazionale del liceo Classico: conferenze, laboratori e… festa

Una serata speciale, sabato, per i ragazzi del liceo Classico, coinvolti in una lunga serie di appuntamenti dedicati alla conoscenza (e non solo)

Anche lo storico liceo Classico Antonio Di Rudinì, inglobato nell’istituto superiore Matteo Raeli, ha celebrato la Notte nazionale del liceo Classico.

Per questa 8^ edizione, alunni e docenti hanno organizzato diversi momenti di condivisione, aprendo le porte della scuola anche ai futuri iscritti.

Così se di mattina si sono svolte due importanti conferenze, la prima con il prof. Elio Cappuccio su “I principi del liberalismo” che ha visto coinvolti i ragazzi del trienno, la seconda con la prof.ssa Letizia Colaianni su “Che cosa è stata la resistenza fascista italiana” (organizzata in collaborazione con Anpi Noto) con protagonisti i ragazzi del biennio, nel pomeriggio si sono svolti tre laboratori.

Il primo di filosofia, dal tema “L’amore per il pensare”, a cura dei ragazzi del triennio, il secondo di letteratura dal tema “Un caffè letterario” a cura di Corrado Raudino e degli alunni delle quarte. Il terzo, e ultimo, laboratorio era dedicato all’arte: “L’arte a soqQUADRO”, a cura dei ragazzi delle quinte.

Poi il gran finale, con la fiera del dolce, il concerto di Liborio Massa, Niccolò Cannarella (clarinetto) ed Erika Gallo (sassofono), un po’ di discoteca e la chiusura ufficiale con la lettura del brano nazionale della Notta del liceo Classico 2022.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo