Obbligo delle mascherine nei luoghi al chiuso: nuova ordinanza del Ministero della Salute

Nasce il movimento “Noto è Patria”, il responsabile Andrea Insenga Azzaro

“Il deputato Gennuso - dice il responsabile del partito - ci ha confermato che il Pronto Soccorso del Trigona riaprirà presto"

Il neonato movimento civico a difesa dell’ospedale Trigona “Noto è Patria” muove i suoi primi passi accendendo un faro sugli ultimi risvolti di carattere politico che hanno interessato il nosocomio netino, presentandosi alla città e all’opinione pubblica con una lunga nota in cui riassume anche un incontro che si è svolto ieri mattina tra il responsabile del movimento Andrea Insenga Azzaro e il deputato regionale Pippo Gennuso.

“Il primo passo – si apre la nota in cui poi prendere la parola anche lo stesso Azzaro – è stato quello di verificare nel dettaglio le ultime novità rese note in un comunicato stampa dal deputato regionale Giuseppe Gennuso, il quale ha dichiarato  di aver avuto ampie rassicurazioni dall’assessore Razza circa il ripristino ed il potenziamento del nosocomio netino”.

“Sabato mattina ho incontrato il deputato Pippo Gennuso – stavolta parla Andrea Insenga Azzaro, responsabile del movimento civico Noto è Patria–  con l’obiettivo di ringraziarlo per il suo concreto interessamento  alla nostra causa e per avere direttamente da lui maggiori rassicurazioni e dettagli sull’azione politica portata avanti sul futuro del Trigona. Si parte da alcune importanti novità che a breve scadenza verranno confermate: il Pronto Soccorso sarà nuovamente riattivato entro il mese di novembre. A tal proposito, occorre attendere che venga formalizzata l’assunzione dei nuovi medici da destinare ai due pronto soccorso di Avola e Noto. Resteranno inoltre operativi presso il Trigona i reparti pubblici di Ortopedia e Geriatria,  ai quali saranno affiancati i nuovi reparti di Cardiologia, Chirurgia Generale e Urologia in convezione con soggetti privati. Sui tempi per il riordino del Trigona, l’on. Gennuso è stato perentorio: saranno strettissimi”.

Terminato l’incontro, Insenga Azzaro, ha anche chiesto ed ottenuto, un confronto pubblico di Gennuso e dell’assessore Razza con la cittadinanza da definire nei prossimi giorni.

Al momento –  dice Azzaro – mi sento di ringraziare tutti coloro i quali si sono fattivamente adoperati per il raggiungimento di questo primo importante traguardo, in particolar modo il deputato regionale Giuseppe Gennuso, con il quale aspettiamo fiduciosi e vigili il verificarsi di quanto sin qui ci è stato prospettato. Il nostro movimento continuerà a porre attenzione sui tempi e i modi dell’applicazione di quella che è stata definita “sperimentazione gestionale” tra pubblico e privato, a partire proprio dalla riapertura del Pronto Soccorso entro le prossime settimane”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo