Migranti a Noto, Musumeci ci mette una pezza: “La città è sicura grazie al protocollo SiciliaSiCura”

Sono circa 30 i militari che presiederanno la struttura a Testa dell'Acqua

Poco fa il Governatore Nello Musumeci ha rilasciato un post sulla vicenda dei migranti sbarcati ad Augusta e trasferiti a Noto. Lo ha fatto aggiustando un po’ il tiro e mettendo al riparo – tardi – dall’onda mediatica negativa la città Barocca.

“La Regione Siciliana – spiega ha mantenuto contatti continui con la prefettura di Siracusa e il Comune di Noto. Abbiamo chiesto congiuntamente con il sindaco un forte potenziamento di controlli perché l’area in cui si trovano alloggiati i #migranti, che è isolata fuori dal contesto urbano, sia adeguatamente presidiata. Chiedo al ministro dell’Interno di attuare un diverso protocollo di gestione perché nessuno può permettersi che le nostre città finiscano in pasto alla comunicazione negativa solo per aver deciso di non attendere i risultati dei tamponi a bordo o, come continua a chiedere la #Sicilia, individuando altre navi per la quarantena obbligatoria.

Abbiamo pagato un prezzo troppo alto per rendere pubblicità negativa al nostro territorio, il cui #turismo va accompagnato alla ripresa. Chiedo e pretendo maggiore attenzione. Al momento abbiamo città sicure, a partire proprio da Noto, e ci siamo dedicati al protocollo “#SiciliaSiCura” con grande impegno per tutelare il turismo e i nostri cittadini. Nessuno può e deve metterci a rischio”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo