#iorestoacasa… con i racconti di Alessandro Modica sulla Noto del passato

Un viaggio, piacevole, nel passato

Cinque minuti giornalieri dedicati al passato, ad una Noto centro di cultura e tradizioni, aristocratica ma comunque lavoratrice.

E’ quello che sta facendo Alessandro Modica, discendente della Famiglia Modica di San Giovanni che oltre ad una prestigiosa laurea in Storia Antica conseguita con il massimo dei voti a Bologna, ha deciso di restare a Noto e curare, insieme con il padre, l’azienda di famiglia che si trova in contrada Bufalefi e che produce vini e oli di prelibata qualità.

Non solo, perché in pieno centro storico ormai da oltre un decennio è aperto il Museo di Famiglia, un tuffo nel passato della Noto laboriosa. E proprio da quelle stanze ogni giorno Alessandro trasmette su Facebook una piacevole chiacchierata alla scoperta delle tradizioni di un tempo, raccontando la storia della sua famiglia e ripercorrendo gli anni del primo dopoguerra e del periodo fascista, mostrando oggetti di una volta come, nel racconto di oggi, un porta essenze.

Un appuntamento in cui non mancano i riferimenti anche al contesto sociale di quei tempi, con una dialettica coinvolgente e una preparazione – ma su questo non c’erano dubbi – a 360°.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo