In tendenza

Guida L’Espresso premia Noto: 2 Cappelli per Crocifisso, uno per Vicari e Battimandorlo

Anche per quest'anno Noto è protagonista sulla guida de L'Espresso, tra novità e conferme

La Guida “I Ristoranti e i Vini d’Italia” de l’Espresso premia ancora una volta Noto e la sua offerta culinaria, tra novità e conferme.

Con ordine: il Crocifisso, il ristorante di Marco Baglieri, trova il suo secondo Cappello, a conferma di una proposta equilibrata e ricercata, partita da molto lontano, con passione e dedizione, senza forzature ma tanta voglia di raccontare il territorio in chiave comunque consapevole. Crocifisso è, assieme a Don Camillo di Siracusa, l’unico ristorante della provincia ad aver ottenuto i due cappelli.

E’ una conferma più che meritata quella di Vicari, con un Cappello, riconoscimento che arriva puntuale ogni anno ormai dal 2018. Il ristorante di Salvo Vicari continua il suo percorso di crescita, grazie a una proposta in cui è protagonista la Sicilia, con piatti gustosi in cui i sapori sono quelli di una terra che tutta da scoprire. E una carta di vini che, chiaramente, parla del territorio e ne enfatizza i sapori.

Poi c’è Battimandorlo, con il giovane chef Michele Di Bonito, ex Duomo di Ciccio Sultano. Qui la proposta è energica, semplice ma creativa. E prende spunto dalla natura che lo circonda.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo