In tendenza

Calcio, un ex sindaco di Noto nel nuovo cda della Triestina

La società alabardata è stata venduta alla società Atlas Consulting, che sarà proprietaria dell'80%

L’Unione Sportiva Triestina è salva e nel suo nuovo Cda siede un avvocato molto importante originario di Noto: l’ex sindaco Antonio Rappazzo, una tra le personalità più illustre della città Barocca ma che ormai da decenni vive a Roma, dove ha fondato lo studio legale che porta il suo nome, che opera tra Milano e Roma, e che nel frattempo ha accolto anche il figlio Giuseppe, anche lui avvocato molto rinomato e molto legato a Noto.

La società è stata salvata da un possibile fallimento ed è stata acquistata, per l’80% da una  dall’Atlas Consulting, che garantirà l’iscrizione al prossimo campionato di Serie C. Il 20% resterà di proprietà della famiglia Biasin.

I nuovi proprietari sono Simone Giacomini ed Antonio Maria che hanno fondato nel luglio 2020 l’Atlas Consultingg società che si occupa di consulenza strategica e progettazione di piattaforme informatiche, alla prima esperienza nel calcio che puntano a dare continuità al club con una crescita della prima squadra, con il progetto importante sul vivaio e centro sportivo.

L’operazione di vendita si è conclusa soprattutto grazie al lavoro degli Advisor av.ti Andrea Centofanti e, appunto, Giuseppe Rappazzo che, con una operazione lampo, sono riusciti a definire brillantemente tutti gli aspetti legali.
Da oggi la Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione di cui fanno parte Antonino Maira, Mauro Milanese in quota famiglia Biasin, e appunto l’avvocato Antonio Rappazzo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo