Barbe e capelli gratis per i titolari dei settori penalizzati dal Dpcm: l’iniziativa di una sala a Noto

Poco dopo il lockdown, la sala Customan aveva donato servizi a medici, infermieri e operatori sanitari di Noto, Avola, Siracusa, Modica

Immagine di repertorio

In questo momento storico, crediamo che non debbano esistere categorie, ma solo umanità“. Con queste parole Alessandro Levantino, titolare di una sala di barba/capelli a Noto annuncia una nuova iniziativa che coinvolge “tutti i titolari dei settori penalizzati dal Dcpm” (in particolar modo bar ristoranti, palestre, gelaterie, piscine). Da domani fino al 24 novembre, data in cui dovrebbero cessare gli effetti del Dpcm, dunque, la sala Customan donerà servizi di taglio e barba ai titolari di attività dei settori suindicati.

Spero che l’iniziativa sia presa in considerazione anche da altri colleghi in modo che restiamo tutti più uniti possibile” continua Levantino che non è nuovo a iniziative simili. Poco dopo il lockdown, infatti, la sala Customan aveva donato servizi a medici, infermieri e operatori sanitari di Noto, Avola, Siracusa, Modica.

Ora, un gesto simbolico per mostrare la propria vicinanza a quei lavoratori che stanno faticando a rialzarsi dopo mesi difficili e che si trovano ancora più penalizzati dopo l’emanazione del nuovo decreto a firma del presidente del Consiglio. Per potere usufruire del servizio è necessario prenotarsi e fissare un appuntamento.

“Abbiamo deciso, fino al 24 novembre, di mettere a disposizione i nostri servizi di barba e capelli a tutti i titolari dei settori penalizzati dal Dpcm del 25 ottobre”. Quindi pasticcieri, ristoratori, titolari di palestre o piscine e altri ancora.

La sala Customan Barba&Capelli e che vuole, nel proprio piccolo, tendere una mano alle categorie di commercianti e dipendenti che dovranno rispettare le restrizioni previste dall’ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte. “Crediamo in questo momento che non debbano esistere categorie ma semplicemente umanità, così da domani abbiamo pensato di avviare questa iniziativa”. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo