In tendenza

“All’aria stu Gioia”, il docufilm firmato dal regista netino Francesco Di Martino è un inno alla devozione

Questa sera sarà proiettato anche a Pozzallo, al Cinema Giardino. Inizio ore 21:30, ingresso gratuito

Il ritorno del Gioia di Scicli coincide con le prime del documentario “All’aria stu Gioia”, diretto dal regista netino Francesco Di Martino e che doveva essere presentato proprio nel 2020, l’anno in cui la pandemia ha rivoluzionato le giornate e annullato, per due anni, le processioni sacre.

Adesso il ritorno, ed a Scicli le prime del documentario stanno avendo un grande successo: c’era grande attesa, poi ripagata da un lavoro che racconta l’essenza di un momento, la Domenica di Pasqua, per cui si lavora tutto il resto dell’anno e in cui passione e devozione uniscono una città intera, appunto Scicli.

“All’aria stu Gioia”, qui il trailer, realizzato dal regista Francesco Di Martino, mira ad esplorare, attraverso le testimonianze dei portatori (Peppe, Franco, Angelo e Claudio), la passione e la devozione per il “Cristo Risorto” da parte della gente di Scicli. Uomini dalle storie semplici, che fanno della festa di Pasqua la loro ragione di vita e che annualmente attendono con ansia ed apprensione l’arrivo della festa. Per tutti l’uscita del “Gioia” diventa liberazione e felicità.

Tra i partecipanti anche il cantautore Vinicio Capossela che, attraverso la sua testimonianza, rievoca quei momenti concitati che Scicli ha vissuto nel lontano 2006 quando Vinicio stesso presentò il suo brano “L’uomo vivo – L’inno al Gioia” alla città, diventandone un vero sostenitore.

Le riprese del film, iniziate nel 2013, sono state curate dallo stesso regista con la collaborazione di altri tre operatori, Adriana Carta, Carlo Genova, Giuseppe Portuesi, ed il fonico di presa diretta Valentina Luciano, e le animazioni della genovese Francesca Tradii.  La grafica della copertina è a cura di Giorgio Iemmolo. Le musiche sono state affidate al musicista Pietro Scardino, ed eseguite dallo stesso Pietro insieme a Andrea Calabrese, Davide Di Rosolini, Daniele Basile. Le immagini di archivio sono di Giovanni Sarto mentre i colori sono di Corrado Iuvara, le immagini aeree di Carmelo Scordia il quale ha curato anche la post produzione audio. La supervisione dei testi è di Chiara Natalino.

Il Film è stato prodotto dall’Associazione “Portatori di Gioia” con la collaborazione del Comune di Scicli.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo