Volley, l’arbitro netino Tanasi in A1 mostra il rosso a 2 giocatori: “questa è pallavolo, no calcio”

L'arbitro netino durante i play-off rimarca l'importanza del rispetto tra avversari

“Questa è pallavolo, non è calcio“. E via con i cartellini rossi in faccia sventolati a Simone Giannelli, palleggiatore di Trento, che è anche palleggiatore della nostra nazionale, ed al centrale di Padova Marco Volpato. Qui il video di quello successo sottorete e ripreso da Studio Sport.

Cosa hanno fatto i 2 per meritarsi il cartellino rosso durante gara 2 dei quarti di finale dei play-off scudetto di uno sport che non prevede ostruzione e contatti? Semplice, sono andati sotto rette, dopo un punto combattuto, “faccia a faccia”, quasi a volersi sfidare con gli occhi e – ma questo lo aggiungiamo noi – darsi appuntamento fuori dal parquet.

Per sfortuna loro, però, dal seggiolone di primo arbitro Alessandro Tanasi, fischietto netino e tra i migliori in Italia, ha visto tutto e non ha esitato a richiamarli e a mostrargli il cartellino rosso spiegando che quei comportamenti in uno sport come la pallavolo non esistono. E rimarcando poi la differenza sostanziale con il calcio con una frase che non vuole denigrare nessuno.

Vuole solo ricordare che lo sport è anche correttezza. Ma questo, spesso, noi calciofili lo dimentichiamo. E forse ci piace anche…


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo