Val di Noto, torna lo spettro trivellazioni. Il Comitato No Triv lancia l’allarme, il sindaco Bonfanti pronto a opporsi

"No" secco del primo cittadino e delle associazioni a difesa del territorio

Torna lo spettro trivellazioni in Val di Noto? Secondo il Comitato No Triv sembrerebbe di sì e per questo lancia l’allarme. Nel frattempo anche il sindaco di Noto Corrado Bonfanti avverte: “pronto ad oppormi”.

Il comunicato del Comitato No Triv non lascia spazio alle interpretazioni e parte dal decreto dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente che “dispone conclusa con esito positivo, con raccomandazioni, la procedura di Screening della Valutazione di incidenza ambientale in riferimento alla proposta di intervento denominata Rilievo geofisico all’interno del permesso di ricerca idrocarburi denominata Fiume Tellaro, presentata dalla ditta Panther Eureka s.r.l. (oggi Maurel et Prom Italia s.r.l.)”.

“Tale permesso di ricerca insiste su un’area di 660,37 Kmq nelle provincie di Siracusa, Ragusa e Catania in cui vi sono numerosi Comuni tra cui sei inseriti nella World Heritage List dell’Unesco e interessa parecchi Siti della Rete Natura 2000 e del Piano di Gestione “Monti Iblei. Per questo esprimiamo la nostra opposizione per un iter che potrebbe portare a trivellazioni per idrocarburi in territori Patrimonio dell’Umanità e dove si è avviato da tempo un vigoroso modello economico fondato sul turismo culturale e naturalistico (vista la presenza di Riserve Naturali, aree archeologiche, Città d’ Arte, ecc.) e su un gran numero di aziende di agricoltura biologica e di eccellenza”.

Allarme che è giunto anche tra le stanze di Palazzo Ducezio, con il sindaco Corrado Bonfanti che, aspettando ulteriori aggiornamenti, annuncia di essere pronto a opporsi a qualsiasi tentativo di trivellazioni: “Come mi sono già opposto a chi voleva “spurtusiare” il mare – ha detto Bonfanti –  mi opporrò anche a chi vorrà “spurtusiare” la terra ferma. Il nostro territorio non è vocato alla profanazione ma bensì alla tutela e alla valorizzazione delle sue splendide risorse naturali”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo