Sabato si inaugura il museo del Barocco di Noto: un nuovo tassello per la candidatura a capitale della cultura

Per quella data è prevista l'inaugurazione del Museo del Barocco di Noto, che ospiterà le mostre "I mecenati del Barocco e "Le pietre Sacre del Barocco"

Nuova vita per l’ex Convento di Sant’antonio di Noto. Sabato pomeriggio, a partire dalle 17.30, la struttura si trasformerà ufficialmente in un museo. Per quella data è infatti prevista l’inaugurazione del Museo del Barocco di Noto, che ospiterà le mostre “I mecenati del Barocco e “Le pietre Sacre del Barocco”. Un’inaugurazione che di fatto arricchirà con un nuovo museo l’offerta turistica della città netina, rafforzando la propria candidatura per diventare Capitale italiana della Cultura 2020.

All’interno del museo, le diverse mostre fotografiche espositive sono volte alla conoscenza degli usi e dei costumi, ma anche delle tecniche costruttive, di un periodo storico come quello del Barocco siciliano, inteso come omaggio a un patrimonio storico e omogeneo. Caratteristiche di un’architettura che è stata poi dichiarata patrimonio dell’umanità.

Durante la cerimonia di inaugurazione sono previsti gli interventi del sindaco Corrado Bonfanti e di Enrico Foti, il direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’università di Catania. Interverranno pure gli autori del catalogo della mostra, ovvero Corrado Fianchino, Giuliana Fiori, Mariateresa Galizia e Gaetano Sciuto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo